Una curiosa forma d’arte: il “fore-edge paintingh”

Ci sono libri che hanno dei dipinti nascosti, che possono essere visti solo aprendo il volume e mettendo le pagine a ventaglio, perché il disegno è nascosto sul bordo delle pagine e lateralmente non è visibile perché il bordo è spesso dorato, proprio per coprire meglio i segni del dipinto.

Una Fore-edge-painting, (traduzione letterale “pittura sul bordo anteriore“) è, appunto, una scena dipinta sui bordi delle pagine di un libro. Per vedere il dipinto, le pagine devono essere disposte “a ventaglio” in modo da mostrare il disegno nascosto.

Quest’usanza si è diffusa in Europa dal XVII secolo fino al XIX secolo, anche se alcuni dipinti di significato simbolico, sono apparsi sui bordi anteriori di libri, già nel X secolo.

Intorno al 1750, i motivi dei fore-edge-paintingh, passa da disegni semplicemente decorativi o araldici ai paesaggi  o ritratti e scene religiose, di solito dipinti a colori. In molti casi, la scena dipinta sul bordo anteriore del libro, rappresentava un episodio attinente all’argomento trattato nel libro. Per esempio nei romanzi di  Jules Verne, Sherlock Holmes o Dickens.

A guardarla con gli occhi di oggi, ricorda tanto gli “easter egg” ovvero i programmi nascosti fatti dagli stessi programmatori dei software che si trovano spesso anche nelle applicazioni più famose nei nostri computer.

Esistono tre modi di realizzare una “fore – edge – paintingh”:

  1. Il dipinto appare solo su un lato (“recto“) del bordo anteriore del libro. Quando l’opera dipinta ad acquerello è ben asciutta, sull’altro lato (“verso“) del bordo viene applicata dal rilegatore una “doratura” o “marezzatura” (effetto marmorizzato) in modo che, a libro chiuso, il dipinto non sia visibile.
  2. I dipinti nascosti sul bordo anteriore del libro sono due: uno sul “recto” e l’altro sul “verso” e, a libro chiuso, il bordo anteriore compattato appare sempre dorato o marmorizzato.
  3. E’ il più complesso da realizzare: presenta tre dipinti : “recto”, “verso” e “bordo anteriore”. Quest’ultimo direttamente visibile a libro chiuso.

Artisti attualmente attivi ed esperti di questa originale forma d’arte sono citati nel libro di L. Jeff Weber e comprendono, per la maggior parte, artisti del Regno Unito come Martin Frost e Clare Brooksbank.

Guardate il filmato che riproduce la tecnica di realizzazione di uno di questi “libri con sorpresa” !

Una delle più grandi collezioni di libri con dipinti nascosti è quella della Boston Public Library, che ne possiede circa 258 ed è una delle collezioni più grandi degli Stati Uniti.

Di recente l’Università dello Iowa e il sito This is Colossal hanno realizzato alcune gif animate che ne mostrano i disegni segreti, eccone qui alcuni …

1) Un esempio di dipinto sul solo “recto” del bordo anteriore del libro:

 2) Esempi di dipinto su “recto” e “verso” del bordo anteriore del libro:

 

 

 

Insomma … avete a casa un libro vecchio con il bordo dorato?
Provate a vedere se c’è il dipinto!

Questa voce è stata pubblicata in Curiosità. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento